Se commetti anche tu questi 3 errori quando ti siedi, rischi di danneggiare la tua schiena per sempre

By | aprile 30, 2019

Stare seduti per molte ore in modo scorretto può essere deleterio per le tue ossa e le tue articolazioni.

Secondo il Dott. Alf Nachemson, stando seduto rischi di aumentare il peso sulla tua schiena – quindi, i danni – fino al 275%.

Giusto per darti un’idea, un aumento del 275% significa che se pesi 70kg, stando seduto in modo scorretto rischi di gravare sulla tua colonna vertebrale come se il tuo peso fosse di 192kg!

Molto spesso si tende a sottovalutare questa condizione così pericolosa per la schiena. Magari sei pure consapevole di non sederti sempre in modo corretto. Ciò nonostante, dopo pochi minuti che sei seduto, inizi a sentirti tutto teso e incriccato. 

Il problema è che ogni volta che la provi dolore alla schiena, lei ti sta “mandando un messaggio”.  Grazie al dolore fa suonare un campanello d’allarme che ti avverte di cambiare posizione in quanto stai danneggiando il tuo corpo.

Ecco perché ho deciso di scrivere questo articolo in cui ti riporto i peggiori errori che puoi commettere quando rimani seduto a lungo, quali sono realmente le conseguenze a cui stai andando incontro – e, soprattutto, ti spiego in che modo potrai evitare di commetterli in modo automatico. Senza neanche doverci pensare.

1) Le 2 posizioni micidiali che VIOLENTANO la vertebre della tua schiena danneggiando la sua “curva naturale” quando sei seduto

Le posizioni della schiena che mettono a dura prova le tue vertebre quando sei seduto, sono 2:

La prima è quando ti “sdrai” sulla sedia.

La seconda è quando “sporgi” in avanti.

Che cos’hanno in comune queste due posizioni all’apparenza così diverse?

In entrambi i casi stai alterando la “curva naturale” della tua schiena.

Devi sapere, infatti, che la schiena di tutti noi dovrebbe mantenere il più possibile una curva a “S” – come quella che vedi nella figura qua sotto.

Questa curva dovrebbe essere mantenuta il più possibile. Anche quando sei seduto.

Se invece ti allunghi in avanti sulla scrivania, oppure ti sdrai sulla sedia come fosse un lettino da mare, la tua colonna vertebrale assume posizioni anomale. E se passi molte ore, ogni giorno, con la schiena storta, lei “si abitua” a questa posizione e inizia a mantenerla anche quando cammini.

In pratica, ti ritrovi la gobba.

Quando cammini con la schiena curva, magari non te ne accorgi neppure perché, appunto, ormai ti sei abituato a quella posizione. Ma gli altri lo notano eccome. Probabilmente sarà capitato anche a te di vedere qualcuno girare per strada con la schiena piegata in avanti, e rammentare quanto poco attraente, piacevole ed affascinante può essere un boomerang con le gambe.

Per quanto possa provocarti disagio farti vedere in giro in queste condizioni, una schiena curva non è un problema solo dal punto di vista estetico.

Quando hai la gobba, la tua schiena non ha più forza. Le tue vertebre si schiacciano a vicenda come fossero nocciole in uno schiaccianoci.

Inoltre, mantenendo una posizione anomala sulla sedia, puoi incorrere anche nell’errore numero 2.

2) Ecco perché se hai le spalle contratte quando sei seduto rischi forti emicranie

Un problema che forse riscontri quando ti siedi, è quello di irrigidire le spalle.

Magari neanche te ne accorgi. Un attimo prima sei totalmente rilassato e poi, mezzo secondo dopo, le tue spalle si sono trasformate in due blocchi di marmo.

Se ti succede spesso, è molto probabile che tu abbia coltivato nel tempo delle abitudini posturali scorrette, che ti portano ad avere i “trapezi” tesi – ovvero, 2 dei muscoli delle spalle.

Ma quali sono le conseguenze a cui ti può portare questo irrigidimento delle spalle?

Come ci spiega la ricerca “Pain‐relieving factors in migraine and tension‐type headache”, condotta dal Dott. Beyhan Beg e dal Dott. N. Karabulut, ogni volta che se tue spalle sono tese stai infiammando i tuoi nervi cervicali.

E essendo direttamente legato al tuo cervello, quando i nervi cervicali sono infiammati possono causarti una tremenda emicrania.

Il problema è che l’emicrania condiziona la tua vita a 360°. Quando hai mal di testa, non riesci a fare più nulla. Non puoi lavorare. Non puoi rilassarti. Non puoi divertirti.

Magari è successo anche a te. Sei al lavoro, davanti al pc. Dopo qualche ora inizi a sentire la testa che pulsa come se ci fosse un martello pneumatico al suo interno.

Potresti aver dato la colpa alle troppe ore sul computer. Forse hai pensato che potesse essere un colpo di freddo. O magari semplicemente la stanchezza.

Ma nella maggior parte dei casi, come ci spiega il Dott. Beg, la colpa è proprio delle spalle che tendono ad irrigidirsi quando stai seduto a lungo.

3) Ogni volta che “accavalli le gambe” rischi di danneggiare il tuo corpo in modo permanente

<<Accavallare le gambe? Ma non è normale?>>

No. Non lo è.

Secondo la ricerca “crossing the legs as a factor in the production of peroneal palsy”, condotta dal Dott. Henry W. Woltman, quando accavalli le gambe stai danneggiando il tuo “nervo peroneo”.

Il nervo peroneo è un nervo che percorre le tue gambe. Infiammandolo ti ritroverai un dolore costante che ti parte dal bacino, corre lungo le ginocchia e arriva fino ai piedi.

Provare dolore alle gambe è davvero terribile. Ogni volta che provi quella sensazione di lava bollente che infiamma i tendini delle tue ginocchia ti rendi conto di non poter più vivere una vita normale.

Inoltre, accavallando le gambe per molto tempo, come spiega il Dott. Woltman, rischi addirittura di paralizzare il nervo peroneo. E quando è paralizzato, non cammini più.

Iniziano frequenti formicolii e la sensibilità della gamba lentamente ti abbandona. Dopo un po’ non riesce più a sorreggere il tuo peso. Così facendo, rischi di essere destinato alla sedia a rotelle.

Il fatto di stare seduto in modo scorretto potrebbe essere la causa che ti farà stare seduto per sempre.

Ecco perché è fondamentale che tu impari a sederti in modo corretto.

Il problema è che pur essendo consapevole di doverti sedere bene, il pericolo è sempre dietro l’angolo.

Perché rischi di compromettere per sempre la tua schiena e commettere questi errori senza accorgertene anche quando ci stai attento – e la soluzione definitiva per evitarli “automaticamente”

Anche se stai attento ad evitare questi 3 errori quando sei seduto, rischi di commetterli lo stesso.

Magari a volte ti becchi con la schiena curva o le spalle tese, e correggi la tua postura. Ma, molto probabilmente, dopo qualche minuto stai nuovamente commettendo quell’errore che ti causa tante sofferenze.

Il motivo è che ormai ti sei abituato.

La tua schiena. Le tue spalle. Le tue gambe. Tutto il tuo corpo si è abituato ad assumere una postura errata.

Pensa alle spalle per esempio.

Magari ogni tanto le scopri rigide. Ecco che le rilassi.

Ma poi, appena smetti di pensarci, in un attimo tornano dure come la roccia e pronte a dare fuoco ai tuoi nervi, causandoti delle terribili emicranie.

Se ti succede spesso di beccarti seduto in posizione anomale, potrebbe essere colpa di abitudini posturali errate. In questo caso, è solo correggendo la tua postura che potresti evitare il mal di schiena quando ti siedi.

Grazie a degli esercizi posturali adeguati, sederti in modo corretto ti risulterà del tutto naturale.

Non ti verrebbe più da “sdraiarti” sulla sedia. Non avresti più quella tremenda emicrania causata dalle spalle rigide. E in rischio di una paralisi al nervo peroneo per via delle gambe accavallate, sarebbe solo un lontano, brutto, ricordo.

Se vuoi insegnare al tuo corpo ad evitare quegli errori che ti fanno tanto dannare quando ti siedi – e permettergli di avere una postura corretta senza neanche doverci pensare – allora clicca qui e compila il form.

In questo modo potrai prenotare una consulenza gratuita, in cui capiremo assieme quali sono le cause che ti spingono a sederti in modo scorretto, causandoti così grandi dolori alla schiena – e solo allora potrò consigliarti il miglior percorso per eliminare definitivamente il dolore che ti assilla ogni giorno quando stai seduto a lungo!

Se vuoi assicurarti di NON violentare le tue vertebre quando ti siedi, insegnando al tuo corpo a mantenere una postura corretta in modo automatico, clicca qui e prenota la tua consulenza gratuita!

 

Un saluto dott. Raffaele Nannini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *