PosturaPro

LA SOLUZIONE DEFINITIVA PER DIRE ADDIO AI TUOI DOLORI
SENZA DIPENDERE DA TERAPISTI E ANTIDOLORIFICI
Dott.Raffaele Nannini

Gambe e caviglie gonfie? Il motivo è tutto qui

Purtroppo, il gonfiore a gambe e caviglie causa dolore a migliaia di persone in tutto il mondo.
Se anche tu sei vittima di questo problema, ho due notizie per te: la prima è che non sei solo.

O sarebbe meglio dire da sola…

Sembra che in Italia il 15% dei maschi e addirittura il 30% delle donne sia condannato a questo fastidio. “Fastidio” per modo di dire. In alcuni casi infatti il rigonfiamento può comportare dolori lancinanti a cosce, ginocchia, caviglie e piedi.

Se hai aperto questo articolo immagino tu sappia di cosa sto parlando…

Come probabilmente sai già se anche tu sei colpita da questa condizione, il dolore può essere più o meno forte a seconda di vari fattori, come le attività che compi durante una giornata oppure la stagione in cui ci si trova.

La seconda notizia è che in questo articolo faremo un po’ di chiarezza sulle cause di quel tremendo gonfiore alle gambe, e come fare per dirgli addio una volta per tutte.

Se non ne puoi più di vedere le tue caviglie gonfie come 2 palloncini allora devi assolutamente scoprire da cosa è generato questo dolore

Non mi stancherò mai di dirlo: nella maggior parte dei mali fisici, quando vuoi capire come eliminare il dolore devi prima scoprire le cause che lo hanno generato.

Quando si parla di gonfiore alle gambe, spesso il “nemico” è nascosto dietro un problema di circolazione.

Cosa voglio dire?

Come forse saprai già, le arterie servono a portare il tuo sangue nella “periferia” del tuo corpo. Il compito delle vene invece è quello di ricondurlo verso il cuore.

Quando le tue gambe si gonfiano è perché le vene fanno fatica a “riportare in su” il sangue che era stato precedentemente “portato in giù” dalle arterie.

In pratica il tuo cuore pompa il sangue nelle gambe tramite le arterie. Ma poi, le vene, non riescono a riportarlo indietro. Ecco che il sangue ristagna nelle gambe, le fa gonfiare e causa quei dolori lancinanti.

Ma come mai le vene possono essere in difficoltà a riportare il sangue verso il cuore?

A dire la verità, le cause possono essere svariate. Sarebbe impossibile riassumere in un solo articolo tutti i possibili motivi di un problema circolatorio così grave.

Per esempio, una possibile causa del gonfiore è il caldo. Se anche tu sei costretta a vedere le tue caviglie gonfiarsi come palloncini quando arriva l’estate, sai bene a cosa mi riferisco.

Il motivo è che il calore porta le tue vene ad allargarsi. E quando le vene sono più larghe il sangue fa più fatica a risalire.

Pensa per esempio di ritrovarti a bere dell’acqua da 2 cannucce diverse. Una è normale, l’altra più grande rispetto alle cannucce convenzionali. Con quella grande farai molta più fatica a bere, perché in ogni centimetro di cannuccia è contenuta più acqua (e il peso totale risulta maggiore).

È vero, le cause dei problemi circolatori alle gambe possono essere svariate. Ma negli anni ho notato che il motivo del gonfiore e quasi sempre lo stesso.

Di che cosa sto parlando?

Se sei anche tu costretta a provare bruciore a caviglie e piedi per colpa del gonfiore, il motivo potrebbe risiedere nel modo in cui cammini

Quando stai in piedi, la salita che deve compiere il tuo sangue per tornare verso il cuore diventa più ripida rispetto a quando sei sdraiata nel letto. Ma dal momento in cui cammini, questo problema si riduce.

Come mai?

In una camminata corretta, il piede si muove “avanti e indietro”. E che tu ci creda o no, questo suo movimento risulta come una pompa per il tuo sangue, che viene spinto in alto e non ristagna nelle caviglie.

Non a caso però ho parlato di “camminata corretta”.

Se quando cammini non appoggi bene il piede, il tuo ginocchio tende a “roteare” verso l’interno. Ecco che la tua gamba si strizza come uno straccio e obbliga il sangue a ristagnare nei piedi.

Uno dei motivi per cui la tua camminata può presentare dei problemi è dovuto alle calzature che usi. In passato ho già scritto degli articoli in cui consigliavo l’utilizzo di scarpe da running per prevenire problemi di questo tipo.

Magari sei abituata a girare spesso con ciabatte o sandali – il peggior tipo di calzature per chi soffre di problemi legati alla circolazione delle gambe.

Con le ciabatte, il piede non è guidato nel movimento “avanti-indietro” di cui ti parlavo poco fa. Ecco che la tua camminata rischia di essere scorretta e causare problemi circolatori.

Tuttavia, al contrario di quello che potresti pensare arrivata a questo punto dell’articolo, cambiare scarpe non è sempre la soluzione definitiva a questo problema.

Se hai le caviglie gonfie e questo ti causa dolore, sostituire sandali e ciabatte con scarpe da running può far diminuire un po’ le fitte lancinanti che forse provi ogni volta che appoggi un piede a terra…

… ma se è già da parecchio tempo che provi male e pesantezza alle caviglie, come se ci avessero agganciato dei pesi, allora la causa del tuo dolore potrebbe essere un’altra rispetto all’uso di scarpe sbagliate.

Hai le caviglie gonfie indipendentemente dalle scarpe che usi? Ecco perché il tuo gonfiore potrebbe avere origini più profonde – e pericolose

Come abbiamo visto poco fa, se non cammini correttamente il tuo sangue NON riesce a risalire lungo le tue gambe.

Di conseguenza il sangue ristagna nelle caviglie facendole gonfiare – e ti fa bruciare i piedi come se camminassi senza sosta su una piastra incandescente.

Ma come mai a volte non camminiamo correttamente?

Se da un lato la colpa può essere delle scarpe che utilizzi, c’è da dire che molto spesso la causa della camminata scorretta risiede nella postura.

Magari molti anni fa hai ricevuto un piccolo trauma a un piede o una caviglia, che l’ha portata a irrigidirsi – alterando così il modo in cui cammini.

Oppure nel tempo hai coltivato abitudini posturali scorrette che, giorno dopo giorno, hanno modificato la tua camminata.

Solo che negli anni, come una goccia che scava la roccia, queste piccole modifiche al tuo modo di camminare hanno causato dei problemi circolatori. E da qui sono nati gonfiore, pesantezza e dolore a piedi e caviglie.

Forse all’inizio era giusto un leggero fastidio alle gambe. Magari un semplice fastidio che faceva capolino quando faceva particolarmente caldo.

Ma poi, nel tempo, le tue vene hanno iniziato a fare sempre più fatica a far scorrere il sangue. E il bruciore ai piedi è aumentato.

Ecco che un giorno ti sei ritrovata con un dolore molto più intenso rispetto all’inizio.

Al minimo contatto delle tue gambe con qualcosa, è come se ti tirassero una martellata in quel punto.

Solo chi sta passando questo inferno può capire come ci si sente.

L’inferno di non poter condurre una vita totalmente normale, per via del dolore. Perché è inutile nasconderlo: quando hai male alle gambe, la tua vita cambia.

Molte delle cose che facevi tranquillamente prima di provare dolore, poi diventano un tormento. Da una passeggiata con le persone a cui vuoi bene, al fatto di poterti muovere senza dover pesare su qualcuno che deve assisterti.

E naturalmente tutto questo ha impatto anche sul tuo umore. Perché quando devi rinunciare a metà delle cose che ami perché non sei più in grado di farle, l’unica cosa che resta è il rimpianto di non aver curato le tue gambe quando il dolore era ancora contenuto.

Fortunatamente, con gli esercizi giusti è abbastanza semplice risolvere questo problema.

Scopri come eliminare una volta per tutte i dolori che ti infligge quel dannato gonfiore a gambe e caviglie

Siccome molto spesso (quasi sempre) la causa del gonfiore è dovuta al modo in cui cammini, se risolvi eventuali problemi posturali è probabile che il problema sparisca nel giro di poco tempo.

Nello specifico, esistono degli esercizi mirati in grado di “sciogliere” la tua camminata.

C’è però da dire che ogni caso è unico e diverso dagli altri.

Sarebbe poco professionale da parte mia consigliarti degli esercizi senza neanche averti mai vista e senza aver analizzato il tuo caso specifico.

Prima di consigliarti quali esercizi dovresti svolgere per eliminare il tuo problema, dovrei capire anzitutto se è realmente la tua postura la causa del gonfiore. Inoltre bisogna stanare il motivo per cui la tua postura ti fa camminare in modo “sbagliato”. Solo allora posso indicarti gli esercizi che ti libereranno dal dolore.

Ecco perché, a te che soffri di questo tipo di male, ho deciso di offrire una consulenza gratuita dove analizzeremo assieme quali possono essere le cause del dolore.

E poi, una volta scoperto il motivo reale per cui caviglie e piedi ti fanno male, potrò indicarti il percorso di guarigione più veloce, sicuro ed efficace.

Esattamente come ho fatto con Federica, che a soli 3 giorni dalla visita in studio ha iniziato a sentire i primi benefici degli esercizi che le ho suggerito…

 

 

 

… e dopo solamente 10 giorni dalla prima seduta, il dolore se n’era andato quasi completamente:

 

 

Come pensi che si senta adesso Federica?

Esatto: libera dall’inferno a cui l’aveva condannata il gonfiore e sicura che, avendo risolto il problema alla radice, non sarà mai più costretta a questo tormento.

Come ha fatto?

Molto semplice: Federica ha scelto di approfittare della mia consulenza gratuita. Abbiamo eseguito un’indagine sul suo problema, così da tracciare la rotta per la sua guarigione.

Dopodiché si è limitata a seguire la serie di esercizi specifici che le ho indicato.

Se anche te non ne puoi più di sentire bruciare i tuoi piedi – e desideri vivere libera dal dolore causato da gonfiore a gambe e caviglie, allora prenota una consulenza gratuita cliccando qui.

Un saluto,

dott. Raffaele Nannini

Lascia un commento

SEGUIMI SUI SOCIAL NETWORK:

TESTIMONIANZE:

SCOPRI LE 5 STRATEGIE PER ANNIENTARE IL DOLORE ALLA SCHIENA

Scarica gratis la mia guida