PosturaPro

LA SOLUZIONE DEFINITIVA PER DIRE ADDIO AI TUOI DOLORI
SENZA DIPENDERE DA TERAPISTI E ANTIDOLORIFICI
Dott.Raffaele Nannini

Puoi davvero prevenire il mal di schiena con soli 41 euro?

7 errori da evitare quando hai l'ernia del disco lombare

Nei giorni scorsi hanno incominciato a comparirmi delle pubblicità su Facebook riguardo alcuni prodotti che promettono di migliorare la postura e prevenire il mal di schiena quando stai seduto.

Visto che fa parte del mio lavoro, sono andato a vedere quali erano i reali vantaggi.

Ho scoperto delle cose che magari non ti aspetteresti.

Alcune aziende conoscono bene quanto può essere grande e redditizio il mercato di chi soffre di mal di schiena.

Infatti secondo i dati raccolti dalla fondazione ISAL (Istituto Scienze Algologiche) che si occupa di dolore cronico, il mal di schiena colpisce almeno una volta nella vita l’80% degli italiani. La fascia d’età più colpita è tra i 30 e i 45 anni.

Uno dei motivi principali per cui soffriamo di mal di schiena è legato alla vita sedentaria che facciamo.

Se il tuo lavoro ti costringe a stare per 6-8 ore al giorno seduto questo vuol dire che passi gran parte della tua giornata incollato alla sedia.

La mia filosofia non è solo quella di eliminare il dolore, ma prevenirne l’insorgenza del dolore e migliorare la qualità della tua vita

Se fai un lavoro d’ufficio o se sei uno studente e devi passare almeno 4-8 ore seduto, non posso dirti cambia lavoro o non studiare, sarebbe stupido e non risolverebbe il tuo problema.

È importante però trovare delle strategie efficaci per migliorare la tua postura da seduto.

Quando si parla di rimedi per il mal di schiena le soluzioni sono migliaia. Dalla fascia per la schiena che ti tiene ‘caldo’, il bustino rinforzato con le stecche, i cerotti, le sedie ergonomiche, la fitball, i supporti da mettere dietro la schiena, la pettorina per tenere dritte le spalle, la panca a inversione (in cui stai a testa in giù), le solette da mettere ai piedi, ecc…

Questi sono solo alcuni dei rimedi più comuni, ma su internet ne trovi molti altri. Solo per elencarli tutti dovrei scrivere un libro.

In questo momento va tanto di moda usare la fitball in ufficio o la sedia ergonomica in legno.

Dà un senso di innovazione, di alternativo. L’azienda che le usa appare come progressista e dinamica dimostrandosi attenta alla salute dei suoi dipendenti.

Un dipendente sano, vive meglio, si assenta meno ed è più produttivo.

Ma questi strumenti ergonomici e innovativi, fanno davvero così bene alla schiena come promettono?

Ho selezionato 3 di questi oggetti.                                              

I più comuni. I più famosi. I più venduti.

Ci tengo subito a precisare che non ho alcun interesse economico a consigliartene uno piuttosto che l’altro.

Anzi ci tengo proprio a dimostrarti il contrario e cioè che costoso non vuol dire necessariamente più efficace.

Quindi per non farti spendere soldi inutilmente con un oggetto che non risolve comunque il tuo problema, ho scelto di mettere a confronto tre dispositivi venduti come “miracolosi” per la prevenzione del mal di schiena.

1- La sedia ergonomica in legno.

2- La fitball.

3- Il supporto lombare, modello rotolo.

Il mio interesse non è tanto quello di suggerirti il prodotto con il miglior rapporto qualità-prezzo, quanto quello di salvaguardare la salute della tua schiena.

Quando si tratta di salute e prevenzione sono dell’idea che nessuna cifra sia esagerata, se il prodotto fa ciò che promette.

 

Purtroppo molti prodotti presentati come “miracolosi” non portano alcun miglioramento alla tua schiena

Anzi, potrebbero addirittura causare dolori alle ginocchia o ai piedi, mettendo in carico una parte del corpo che normalmente sarebbe a riposo.

Sarebbe piuttosto ridicolo se per non farti venire il mal di schiena finissi zoppicare a causa di un dolore alle ginocchia o ai piedi.

Non potresti andare a lavorare. I gesti più banali della tua routine quotidiana diventerebbero improvvisamente impegnativi. Fare la spesa o prendere tuo figlio o tuo nipote in braccio potrebbe trasformarsi in un’impresa.

Nell’immagine qui sotto è riportata la percentuale di carico che deve sopportare il disco intervertebrale della bassa schiena (zona lombare) a seconda delle varie posizioni assunte dal tuo corpo.

 

Come puoi notare, anche solo stando semplicemente seduto con la schiena ben dritta, il carico aumenta di ben il 40% rispetto a quando stai in piedi.

Ma basta una lieve inclinazione per aumentare il carico di un ulteriore 45%.

Fino ad arrivare ad un preoccupante e pericolosissimo +175% di carico in più a cui sottoponi i tuoi poveri dischi vertebrali quando ti siedi come un sacco di patate.

In questo articolo analizzerò quali sono gli strumenti migliori per aiutarti a sovraccaricare la schiena mentre stai seduto.

 

Il motivo principale per cui il carico sulla colonna lombare aumenta è dovuto a quella che in gergo tecnico si chiama “cifotizzazione della schiena”

In poche parole la tua colonna vertebrale, invece di avere le curve a forma di S, diventa un’unica curva fatta a C.

Guarda le due figure qua sotto.

 

 

“Cifotizzazione lombare”

 

La cifotizzazione della schiena non sembra grave ad un primo sguardo.

Ma in realtà è uno dei principali motivi che causa la comparsa di ernie e protusioni, provocandoti dolori lancinanti e bloccandoti a letto per giorni, o addirittura mesi.

Quando cominci a sentire qualche doloretto alla schiena normalmente il tuo primo pensiero non è di dare la colpa al modo in cui sei stato seduto.

Quando ti viene il cosiddetto colpo della strega e ti blocchi facendo un gesto banale come quello di piegarti per allacciarti le scarpe, pensi che sia stato quello specifico movimento la causa di tutto.

In realtà quella è stata solo la proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Se il tuo lavoro ti impone di stare chino su una sedia per 6 ore al giorno per 5 giorni a settimana, non sorprenderti se già verso i 30 anni ti ritrovi con dei danni alla schiena terribili.

Il disco inizia a degenerare anno dopo anno, sforzo dopo sforzo, come una goccia che scava la pietra.

Ecco perché secondo le statistiche diffuse nel 2000 dal Ministero della Sanità, dai 30 anni in poi quasi l’80% degli italiani ha subito una degenerazione del disco e soffre per il mal di schiena.

L’obiettivo di uno strumento ergonomico dovrebbe essere quello di preservare le naturali curve della schiena mentre stai seduto

Come vedi ho usato il condizionale perché in realtà, analizzando i tre strumenti ergonomici che ho elencato prima, le cose non sembrano essere proprio così.

Scopriamoli uno per volta.

1- Sedia ergonomica di legno

Senza supporto costo – costo 300 €
“Con supporto – costo 900 €

Questo oggetto è in assoluto il più sopravvalutato sia dal punto di vista economico che per i vantaggi che porta alla schiena.                                  

Devo essere sincero: ad un primo colpo d’occhio mi sono fatto ingannare anch’io…

La forma particolare lo fa sembrare qualcosa studiato ad hoc da chissà quale genio dell’ergonomia, ma in realtà è quasi tutta apparenza.

Sul sito dell’azienda leader che le vende sono riportati i 3 benefici che la sedia dovrebbe garantire.

1- Incoraggia una posizione neutra della spina dorsale: ‘in posizione eretta, la sedia inclina il bacino in avanti e favorisce una postura neutra ed eretta della spina dorsale, attivando e rinforzando i muscoli addominali e della schiena.’

Grazie alla sua forma, spinge la tua schiena in avanti e ti permette di preservare le naturali curve della schiena da seduto.

È falso!

Guarda la postura delle tre ragazze in una delle stesse foto presenti sul sito dell’azienda.

La schiena cerchiata in rosso come vedi non ha più la curva lombare, ma è totalmente dritta.

Magari stai pensando che la colpa sia dovuta alla mancanza dello schienale da 900€.

Smentisco subito i tuoi dubbi. Guarda queste altre due foto messe sul sito.

Come vedi lo schienale è TOTALMENTE INUTILE.

La sedia, dondolando, ti spinge a proiettare il peso in avanti.

Se lavori al computer, su una scrivania o su un banco da lavoro e tieni le braccia davanti al corpo il loro stesso peso fa dondolare la sedia in avanti, rendendo impossibile l’uso dello schienale.

Le stesse immagini diffuse dall’azienda dimostrano chiaramente che nessuno dei due ragazzi riesce ad appoggiarsi allo schienale.

In poche parole spendi 600€ in più solo per una questione scenica.

Ho trovato un’altra foto con un ragazzo che invece riesce ad appoggiarsi allo schienale.

Osserva le sue mani.

Per riuscire ad utilizzarlo allo deve tenersi rigidamente al sedile, perché la struttura stessa della sedia lo spinge a cadere in avanti.

Lo schienale si appoggia al corpo, ma non offre nessun tipo di supporto.

In poche parole ha la stessa utilità che avrebbe tenere un asciugamano sulla schiena come schienale.

2- Irrobustisce i muscoli centrali: la posizione favorisce una postura naturale e dinamica che attiva e rafforza i muscoli centrali dell’addome e della schiena.’

Mantiene le curve naturali della schiena e rinforza i muscoli grazie al dondolio della sedia.

È falso!

Come hai già visto non mantiene per nulla le curve naturali della schiena. Anzi, i muscoli lavorano di più e male perché il dondolamento proietta tutto il tuo corpo in avanti e la tua schiena fatica ancora di più a mantenere la postura corretta.

3- Migliora la circolazione: L’angolo aperto tra la parte superiore e quella inferiore del corpo migliora la circolazione, potenziando i livelli energetici e la concentrazione.’

Questo non è falso.

È falsissimo!

Da seduto la circolazione rallenta SEMPRE.

Non esiste posizione seduta al mondo che aiuti a migliorare la circolazione.

L’unica soluzione è alzarsi ogni 45-50 minuti, fare due passi e riattivare il sistema.

Bastano pochi passi in giro per la stanza perché, grazie al movimento della caviglia, il sangue fluisce dal basso va verso l’alto, evitando così che si gonfino le gambe o i piedi.

Ci sono  però altre due note negative

1- Sbilanciandoti in avanti, tutto il peso del corpo finisce sulle ginocchia, questo col tempo potrebbe causarti dolori e difficoltà nel raddrizzare il ginocchio.

Lo stesso sito www.ergonomista.it dove sottolinea che la sedia che non è adatta alle persone con artrosi e con protesi al ginocchio o all’anca.

2- I piedi non appoggiano completamente a terra ma solo con la punta. Questo è innaturale. Tutta la pianta deve poggiare per essere stabile.

In conclusione a mio avviso questa sedia è molto più valida come oggetto di design che come oggetto ergonomico.

2- Fitball

“Fitball – costo 250

La fitball va molto di moda soprattutto nell’aziende che vogliono apparire giovani e innovative, con un occhio di riguardo alla salute dei propri lavoratori.

Questo è molto bello come principio. Ma sarà altrettanto efficace?

Non entro nel merito del fatto che se stai valutando di acquistarla ti potresti ritrovare a dover sborsare ben 250 euro per una palla, anche se ne trovi in giro a meno di 25€.

Ma voglio parlare della presunta ergonomia di questo prodotto.

Sul sito dell’azienda che le produce ho trovato questa foto in cui si vede un ufficio con diverse impiegate sedute sulle famose fitball.

Osserva la postura della loro schiena.

Le persone che ho cerchiato in rosso hanno perso completamente la naturale curva lombare e hanno la schiena inarcata.

Guarda in particolare la postura della prima ragazza a sinistra indicata con la freccia rossa.

La sua posizione è innaturale. I gomiti sono appoggiati alla scrivania come si stesse tenendo per paura di rotolare giù.

Se avesse una tastiera sarebbe persino impossibile scrivere in quella posizione.

Dalla foto non si vede bene ma ad un occhio esperto appare chiaro che anche lei abbia perso la curva lombare, nonostante provi a tenere la schiena dritta.

Una delle aziende che producono la fitball afferma che i micromovimenti della schiena rinforzano la muscolatura della schiena e dell’addome.

Il fatto di non avere la schiena appoggiata la fa oscillare di più. I muscoli lavorano maggiormente, ma questo non significa che si stanno rinforzando. Anzi può peggiorare la situazione.

Se senti la schiena rigida stare seduto su una fitball per 4-6 ore aumenta la tua rigidità e di conseguenza la probabilità bloccarti.

Ti stanno vendendo una caratteristica come fantastica quando in realtà può essere addirittura dannosa.

All’inizio dell’articolo abbiamo visto quanto sia importante preservare le curve della schiena per evitare la cifosi e l’eccessivo carico sui dischi vertebrali.

Direi che anche la fitball non aiuta a salvaguardarli.

L’aspetto positivo della fitball rispetto alla sedia ergonomica è però la possibilità di appoggiare completamente il piede a terra, senza sovraccaricare le ginocchia.

3- Supporto lombare

“Supporto lombare – costo 41

Il supporto lombare ha due grandi difetti in confronto alla sedia e alla fitball:

1- Esteticamente è meno appariscente da vedere

2- Costa poco. Questo potrebbe farti pensare che il suo valore ergonomico si rispecchi nel prezzo.

Tuttavia tra i tre oggetti che abbiamo visto, è l’unico che preserva la tua curva lombare.

Quando stai seduto per molte ore al giorno non puoi pensare continuamente alla posizione che assumi.

Devi essere concentrato sull’attività che stai svolgendo in quel momento.

Quindi hai bisogno di un appoggio per la schiena che preservi la tua curva lombare senza doverci pensare ogni due minuti.

Un altro vantaggio del supporto lombare è il poterlo portare sempre con te.

Si adatta ad ogni tipo di sedile con uno schienale.

Puoi usarlo in ufficio, a casa e in macchina. Cosa che di certo non puoi fare con la fitball o la sedia ergonomica.

Questa soluzione è davvero un toccasana per la schiena di chi lavora in ufficio o è costretto a passare molto tempo alla guida.

 

 

Ho creato una piccola tabella comparativa per riassumere pregi e difetti dei tre strumenti e aiutarti nella scelta di quello migliore per te.

 

Sei stai seduto per 6-8 ore al giorno è normale comunque aspettarsi degli squilibri alla schiena e al corpo in generale.

Il nostro corpo è come un auto. Se non la usi per molti anni e la lasci esposta alle intemperie e all’incuria del tempo, quando la rimetti in moto ti darà sicuramente dei problemi.

Questo perché l’auto, come il tuo corpo, è stata creata per essere utilizzata e per muoversi.

Se però stai leggendo questo blog molto probabilmente è già tardi per la prevenzione.

Forse soffri già di mal di schiena e prima di pensare a come evitare che ricompaia ci tieni a farlo sparire.

In questo caso, se vuoi davvero smettere di esserne schiavo e vuoi tornare ad assaporare la libertà di vivere libero dai dolori posturali, non perdere un altro secondo.

Clicca subito su CONTATTAMI.

Compila il modulo che comparirà e ti ricontatterò entro 24 ore lavorative per una consulenza gratuita.

Assieme potremo sconfiggere per sempre quel dolore che da troppo tempo condiziona la tua vita.

Ti basta cliccare QUI.

 

Dott. Raffaele Nannini

 

Lascia un commento

SEGUIMI SUI SOCIAL NETWORK:

TESTIMONIANZE:

SCOPRI LE 5 STRATEGIE PER ANNIENTARE IL DOLORE ALLA SCHIENA

Scarica gratis la mia guida